Festival ASVIS

Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021

Forlì | 8-9-10 Ottobre

Spazio 2030 è un’associazione composta da 11 giovani accomunati da un unico sogno: portare l’Agenda 2030 nella vita quotidiana di tuttə. Per raggiungere la nostra mission, ci siamo postə l’obiettivo di portare il Festival dello Sviluppo Sostenibile a Forlì. Per questo motivo, stiamo organizzando il nostro primo Festival dello Sviluppo Sostenibile che si inserisce nell’ambito dell’iniziativa portata avanti dall’ Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS). Essa è la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare e mobilitare cittadinə, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità e per attuare i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals- SDGs) previsti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Vogliamo, quindi, presentare questa sfida anche alla città di Forlì invitando tuttə a riflettere sull’Agenda 2030 e il nostro contesto locale, per ideare insieme pratiche che possiamo portare avanti ogni giorno e che delineano il nostro percorso verso un futuro sostenibile, raggiunto insieme.

Programma del Festival

Il Festival avrà luogo nei giorni 8-9-10 ottobre e sarà itinerante, avendo come base un Info Point nel centro della città. Queste giornate avranno la seguente struttura:

Realtà aderenti

Il nostro obiettivo è quello di creare un Festival, insieme. Per questo abbiamo coinvolto realtà del nostro contesto locale in un processo di co-progettazione per iniziare una vera e propria riflessione sull’Agenda 2030. Oltre alle associazioni che organizzeranno eventi dedicati ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, abbiamo presentato questa sfida a Ristoranti e Commercianti che hanno ideato o individuato un prodotto dedicato al Festival.

Ristoranti

“Il GENUINO”
Pane bianco ai 5 cereali (lievitazione naturale), valeriana, frittatina di uva di gallina allevata a terra, stracchino delle valli orobiche (Presidio Slow Food), tartufo nero.

Amburgheria Creativa
QUALITÀ, TRADIZIONE, e PASSIONE: sono questi i pilastri della nostra Amburgheria Creativa. L’Amburgheria vuole proporre un concetto diverso dal “cibo di strada” e puntare su prodotti di alta qualità a km0, cercando sempre di trovare gli abbinamenti perfetti per i suoi burger rispettando tutte le stagionalità e avendo cura del dettaglio.

“Cibo che nutre, economia circolare. Menù di campo, botanic bar, vini naturali”

Al Bistrò verdepaglia trovi un menù diverso tutti i giorni: una cucina di campo direttamente dalla terra alla tavola che offre piatti di stagione e biologici con anche un botanic bar con Cocktails a base di essenze aromatiche, e una cantina di vini naturali, in collaborazione con “Gitana wines”.

Bistrò Verdepaglia
La Cooperativa tutta al femminile si occupa di sostenibilità ambientale attraverso cibo, filiera biologica contadina locale e PMI. Bistrò verdepaglia promuove una educazione alimentare e del bere con una conseguente ricaduta positiva sul benessere dell’individuo e sul pianeta, incentivando un’economia circolare che mira ad una società responsabile e sana.

“Palin”
Hamburger fatto totalmente da noi dal pane al burger vegetariano e le salse.

Burghetto
Hamburgeria artigianale nel cuore di Forlì, il Burghetto utilizza ingredienti a km 0 e offre burger vegetariani e vegani come se fatti in casa.

Cruditè d’Incompreso valore
“Incompreso” è il valore delle risorse che tutti i giorni vengono scartate perché considerate guarnizioni e non effettivamente parte del piatto. Abbiamo dunque creato un piatto che le racchiudesse tutte quelle che usiamo noi e che la gente ogni giorno scarta, un piatto dal gusto classico ma rivisitato in chiave moderna.
Il piatto è una crutidtè composta da verdure (zucchine, melanzane, carote, sedano) marinate con agrumi ed “erbette aromatiche di guarnizione”; posata su un letto realizzato da una crema composta dalla parte esterna del finocchio e costa di radicchio accompagnato da una maionese vegana aromatizzata al limone e zenzero.

Eurige
Eurige nasce dalla necessità di creare un angolo verde, una veranda in giardino, un logo capace di profumare di casa trasmettendo benessere e tranquillità. Da qui nasce lo sviluppo del servizio, in armonia con l’offerta e l’interiore del locale. Il tutto incentrato nell’alimentazione Healthy contornata da uno spazio in cui offrire coworking, socialità e gusto. Eurige per cui si può riassumere in un trinomio tra un bar, un negozio e un ristorante.

“Indian Spice”
Il DEMODÈ cerca di riproporre i gusti spesso incontrati in alcuni viaggi, piatti tipici di precise zone del mondo, sensazioni e stati d’animo, colori, paesaggi… Il tutto in qualche ben equilibrato drink. L’INDIAN SPICE vuole portarci al sapore dell’oriente, dell’esaltazione delle spezie che accarezzano le papille gustative per un’esperienza davvero unica. Radice di zenzero, agrumi, pepe, curry, tabasco tutti insieme per un viaggio che parte da una semplice cannuccia e dal suo bicchiere.

Il Demodè
Il Demodè nasce con l’idea di creare un posto col sapore di casa, un posto che vuole raccogliere persone, le loro storie, i momenti, l’arte, la condivisione, gli occhi da guardare e buona musica da ascoltare. Tutto questo avviene in una cornice vintage dove il design è dettato da tanta cura e da abbondanti materiali e pezzi di mobilia di recupero. Come a voler accarezzare i tempi che furono per un rimando agli anni dove i nostri nonni si impegnavano a dare vita alla famiglia.Eventi culturali, un vasto assortimento di drink, qualcosa da stuzzicare, strumenti musicali sparsi qua e la e un angolo dove dare vita ad uno scambio continuo di libri.Questo è il Demodè per chiunque vi entrerà sarà parte dell’anima di questo posto forse un po’ magico.

“Panino 2030 | Beyond meat”
Tomino intero, porcini freschi e crema di zucca alla salvia. Pensato per sfruttare i prodotti della stagione di ottobre (zucca e porcini).

Jungle
Jungle nasce con lo scopo di essere un locale nuovo sia come ambiente che come offerte. Pranzo, aperitivo, cena, spazio dentro e fuori, adatto sia per una sosta veloce che per una serata in compagnia. La maggior parte degli ingredienti dei piatti offerti sono prodotti del territorio e il locale cerca di porre tutta l’attenzione possibile all’ambiente, eliminando tutta la plastica usa e getta dal suo servizio, favorendo prodotti del territorio e dando sempre un’opzione vegetariana/vegana ai suoi clienti. Il suo obiettivo è di essere un locale di riferimento per tutti, sia come esperti in birra del nostro territorio, perché offre una vasta scelta di birre artigianalì ma anche come il luogo perfetto dove fare aperitivo con un ottimo cocktail.

“Welcome of Kuzco”
Salsa con: patata dolce, mais choclo, patata Viola, Amarillo, coriandolo, lime, avocado.

Kuzco Cevicheria & Pisco Bar
Kuzco è un’esperienza nuova di guZto. Nasce per creare una vera e propria esplosione nella vostra bocca, per farvi spalancare gli occhi ad ogni assaggio attraverso colori e sapori mai provati prima.

“Veggy burger”
Fatto con pane ai 10 cereali, burger di legumi e verdure cotto alla piastra, pomodoro e cipolla.

 

The Abbey Pub Forlì

The Abbey nasce nel 1998. Un pub situato nel cuore del centro storico di Forlì, sotto la famosa Torre dell’Orologio. È un locale molto accogliente dove trovano spazio tutte le fasce di età. Rimane un punto di riferimento per chi si vuole gustare un’ottima birra accompagnata a cibo di qualità e intrattenimenti sportivi, musicali e culturali.

Commercianti

“Portapranzo furoshiki personalizzabile”
Tenendo presente che uno dei rifiuti che più di frequente troviamo in mare, ma non solo, sono le sportine di plastica, Art Éco ha deciso di realizzare un sacchetto portapranzo in stoffa ecostampata e scarti tessili. Il sacchetto è personalizzabile, con un nome, una parola, una piccola frase, così da poterlo riconoscere ma soprattutto per renderlo un po’ più magico e personale. Per rendere ancora più etico il lancio di questo prodotto, Art Éco ha deciso di devolvere un euro per ogni furoshiki venduto, a una realtà che si occupi di tutela marina.

“Bomba di semi”
Inserita in un packaging riutilizzabile, ha l’obiettivo di implementare la biodiversità entomologica, contendo semi di fiori spontanei ed officinali che attirano insetti impollinatori. Può essere conservata a lungo in un luogo asciutto ed essere poi lanciata in aiuole o giardini, e “dimenticarsela”‘: non necessita di cure, dopo la prima pioggia i semi inizieranno a germogliare in autonomia.

 

Potrai ordinare questi prodotti tramite il sito di Art Éco e chiedere di ritirare il tuo ordine presso l’Info Point durante le giornate del Festival.

 

Art Éco
Art Éco nasce come progetto con l’obiettivo di promuovere e condividere valori quali sostenibilità ambientale e consumo responsabile, così da combattere ogni tipo di sfruttamento. Per fare questo pensiamo sia necessario un ritorno a uno stile di vita più lento e in sinergia con la natura, basato su due modalità di comunicazione: quella manuale, che sviluppiamo tramite la ripresa di alcune delle cosiddette arti nomadi, come la stampa botanica e la tintura naturale; quella narrativa, basata sul racconto orale e scritto, a partire dalle vecchie storie fino ad arrivare a una vera e propria divulgazione inclusiva e partecipata. Lavoriamo con entusiasmo, rispettando la natura e i luoghi che ci circondano, che vediamo come modelli per migliorare il nostro stile di vita e non come risorse da sfruttare a nostro piacimento.

“Selezione di prodotti”
Presso Bosco, nella giornata di sabato 9 ottobre, potrai trovare una selezione di prodotti scontati dedicata al Festival!

Bosco
Più che una libreria una boccata di ossigeno in un Bosco verde nel cuore della città. Uno spazio dove trovare piante e oggetti quotidiani, fiori secchi, riviste e libririviste che arricchiscono il cuore e la mente e fermano l’attenzione su ciò che da sempre e per sempre costituisce l’essenza di una vita felice: natura, viaggi, cibo e bell’architettura.

“Gioielli artigianali dall’Iran”
Papital Gallery è un collettivo artistico di creativi. Ogni fase della realizzazione dei gioielli, dalla progettazione alla realizzazione artigianale, fino alla commercializzazione è seguita e portata avanti da giovani artisti con formazione accademica ed esperienza professionale nella creazione di gioielli, fotografia, grafica e arti visive. Nella produzione gli artisti sono affiancati da un gruppo di donne della ONG Ghalb-e Sefid Charity del centro di Teheran che grazie a questa collaborazione possono acquisire nuove competenze, integrare il reddito famigliare e lavorare da casa in base alle loro esigenze. In collaborazione con Dastadast Network, una start-up iraniana che supporta gli artigiani locali nella commercializzazione dei loro prodotti, Papital Gallery organizza corsi di formazione nei quartieri poveri di Teheran con l’obiettivo di sviluppare opportunità di lavoro per chi è in condizioni di disagio, come i progetti a favore di ragazze madri sole. Papital Gallery si impegna, inoltre, a garantire la sostenibilità dei propri prodotti e un basso impatto ambientale: le piastrelle in ceramica alla base dei loro gioielli sono realizzate senza utilizzare una fornace, e anche per questo risultano più leggere e resistenti della ceramica prodotta con quel metodo di cottura.

Equamente Altromercato
La Cooperativa Equamente promuove il commercio equo e solidale, il rispetto per l’ambiente e per le persone coinvolte nella filiera produttiva. Gestisce due negozi a Forlì e Cesena e organizza incontri di Educazione alla mondialità nelle scuole.

“2030 corner”
Nella giornata di sabato 9 ottobre, all’interno di Industree store potrai trovare un corner di prodotti dedicato al Festival con capi sostenibili riciclati da materiali di qualità.

Industree store
Industree nasce con lo scopo di ricreare, migliorare e riciclare ciò che già esiste. L’approccio di questa realtà è circolare, re-immaginando materiali di qualità rimanenti ed in eccedenza, dandogli una vita rinnovata attraverso tecniche e lavorazioni artigianali Made in Italy. La missione di Industree è quella di sostenere ed incrementare il movimento della riduzione degli eccessi nell’industria dell’abbigliamento, collegando creatività e sostenibilità. Il suo impegno mira a costruire un modello di business sostenibile e atipico, che continuerà a prosperare finché esisteranno eccessi di produzione. L’obiettivo finale è uscire dal mercato, lasciandosi alle spalle un pianeta senza sprechi. Produce less, Re-imagine more.

Chi ci ha dato spazio

Oltre alle varie associazioni, ristoranti e commercianti che partecipano al Festival, abbiamo avuto il sostegno di tante altre realtà che fanno parte di questa iniziativa. È anche grazie al loro contributo che questo Festival è stato possibile!

Il comitato locale della BCC con il suo contributo a fondo perduto, attento alle politiche giovanili e alla sostenibilità economica e sociale, è stato fondamentale per la riuscita del Festival, permettendoci di trasformare questo sogno in realtà.

In modo da coprire le spese legate al Festival, abbiamo invitato la comunità a partecipare alla nostra campagna di raccolta fondi. Ad aiutarci in questo sono venuti in soccorso l’Associazione Soffiditerra e Chi Burdel D’la Campurela regalandoci i semi che distribuiremo alle varie persone che hanno contribuito per la campagna.

Radio FlyWeb ci ha consentito di promuovere il nostro Festival nelle settimane precedenti attraverso il loro canale radio, mandando in onda uno spot ideato da noi. I ragazzi della radio saranno inoltre presenti nei giorni del Festival presso i luoghi dove si terranno le attività, per intervistare i partecipanti e rilevare pareri e impressioni “a caldo”.